Come lavare le lenzuola in lavatrice: il trucco da conoscere

Avere una casa ordinata e pulita significa mantenere alto il livello d’igiene: attenzione con le lenzuola, ecco come non sbagliare

Le pulizie di casa non piacciono quasi a nessuno (men che meno alle donne sposate), ma siamo costretti a farle almeno una volta a settimana per evitare di essere invasi da polvere, acari e altri microrganismi invisibili ma dannosi per la nostra salute (con una casa sporca ingrassiamo più facilmente).

La camera da letto è certamente l’ambiente domestico dove gli acari la fanno da padrone cibandosi delle cellule morte che rilasciamo di notte e proliferando in un clima umido come quello delle lenzuola (sai quanti cuscini vanno messi sul letto? La regola per non sbagliare). Per questo motivo è bene igienizzarle almeno una volta a settimana (a meno che non si sudi tanto si abbia una attività coniugale piuttosto frequente) oltre, ovviamente, ad arieggiare la stanza almeno 10 minuti ogni giorno.

Al fine di ottenere il massimo dell’igiene possibile dal lavaggio di lenzuola e federe, bisogna seguire alcuni trucchetti a partire dal caricare la lavatrice a metà: farla andare a pieno carico, infatti, diminuisce la forza pulente del detersivo, dunque l’optimum sarebbe mettere a lavare due lenzuola o un lenzuolo e un sottolenzuolo.

Meglio in ogni caso non aggiungervi anche altra biancheria come asciugamani o accappatoi, altrimenti il tessuto si rovinerebbe (camicia ingiallita? Falla tornare bianca in questo modo, è facilissimo).

Alcune lavatrici hanno un ciclo dedicato alle lenzuola, qualora non si abbia questa possibilità, a seconda di quanto sono sporche, possiamo regolarci con l’intensità del ciclo. La temperatura, però, deve sempre oscillare tra i 40° e i 60°C.

È inoltre possibile aggiungere al detersivo aceto o succo di limone per ravvivare, sbiancare e igienizzare ancor di più la biancheria da letto (utili anche per detergere il box doccia).

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti