0, 2, 0, 0, 0, 0, 0 trend

E' la scuola italiana la migliore d'Europa secondo l'Ocse

L'OCSE ha realizzato un'indagine sul miglior sistema scolastico presente al mondo. I risultati vi sbalordiranno

Fonte: Pixabay

Ogni tre anni  l’OCSE sviluppa due particolari forme di ricerca, la PISA e la PIAAC. Ad essere coinvolti sono circa 40 paesi del mondo, fra cui l’Italia. L’analisi si basa, nel primo caso, sulle capacità e sulle conoscenze dei ragazzi fra i 25 e i 27 anni, mentre nel secondo ad essere analizzati sono gli adulti. L’obiettivo è quello di capire se la formazione scolastica crei un divario fra persone abbienti e meno ricche.

I sistemi scolastici variano infatti di paese in paese. Costi, opportunità, percorsi formativi e quant’altro possono essere significativamente diversi se si studia in Italia, in Germania, In Inghilterra etc. Inoltre, ci sono ragazzi che partono da situazioni familiari in cui sono avvantaggiati per una questione economica che spesso coincide con l’alta formazione dei genitori e viceversa. Anche in questo caso si è cercato di capire se si vada a creare un divario fra questi studenti o meno.

I risultati

Bisogna purtroppo fare una costatazione. In qualsiasi paese del mondo si presenta sempre questa differenza fra classi più abbienti e meno agiate. Tutto sta nel capire quale sistema scolastico crea una divergenza minore rispetto agli altri. Il sistema italiano, fino al diploma, per quanto riguarda tutto ciò, risulta essere il migliore. Tuttavia, non appena si ha accesso a studi avanzati e al mondo del lavoro, il divario torna ai livelli europei.

Il nostro paese condivide questa buona notizia con Canada, Sud Corea e Stati Uniti D’America. A sorpresa, dunque, la formazione nostrana scavalca quella tedesca e quella britannica. Il motivo sta nel fatto che da noi non c’è un forte divario fra pubblico e privato, cosa che invece accade nel resto dei paesi europei. Inoltre, la difficile situazione lavorativa italiana spinge i ragazzi a studiare di più e specializzarsi in più discipline.

Scuola

La formazione scolastica è ancora oggi argomento molto dibattuto. In Italia molti tentano riforme che però non riescono mai a cambiare radicalmente il vero problema della nostra società, ossia la disoccupazione. Dunque, bisognerebbe capire se la divisione in classico, scientifico e quant’altro possa rappresentare un problema o meno.

Oppure se, come alcuni credono, bisogna cambiare il modo di concepire la scuola. Fatto sta che in Italia dal punto di vista economico, la formazione è accessibile a tutti. Tra le scuole più costose al mondo infatti non rientra l’Italia.

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti