Quiz matematico, sembra semplice? Non lo è. L'errore da non fare

La nostra rubrica sui quiz matematici prosegue: quanto fa 48:2X(9+3)? Attenzione agli errori e ricordatevi le regole

Di recente vi abbiamo invitato a misurarvi con le vostre reminiscenze matematiche delle elementari (chi avesse perso il test, può recuperarlo qui) e con la capacità di fare somme a mente e in modo rapido senza cadere in errore (quanti hanno risposto 5000 qui? Avete sbagliato!). Oggi vi proponiamo un altro grande classico, una espressione all’apparenza semplice che tuttavia potrebbe farvi cadere in errore.

Quanto fa 48:2X(9+3)? Suvvia, non ci sono decimali, frazioni, potenze o numeri troppo grandi… Il risultato è scontato. Se pensate che sia 219 (cioè 24 moltiplicato 9 più 3), non ci siamo proprio e bisogna ripartire dalle basi. Il motivo è chiaro: le operazioni all’interno di una espressione vanno risolte seguendo alcune specifiche regole e priorità.

Non sempre, infatti, la disposizione dei calcoli rispetta l’importanza dei rapporti tra le operazioni e siccome la proprietà commutativa si applica soltanto a moltiplicazioni e addizioni, cambiando l’ordine delle operazioni, cambierà il risultato.

Veniamo a noi e alla soluzione dell’espressione che ha animato il dibattito social. Escluso che il risultato corretto sia 219, quanto fa 48:2X(9+3)? La regola BODMAS impone di partire dalle parentesi, in questo caso la somma è 12.

48:2X12 resta però ancora un mistero: cosa risolviamo per primi? Divisioni e moltiplicazioni hanno la stessa priorità e sono più importanti di addizioni e sottrazioni (ma vengono dopo parentesi e potenze), dunque basta seguire l’ordine naturale in cui è scritta l’espressione.

In questo caso 48:2 è uguale a 24 che moltiplicato per 12 dà 288. Chi ha indovinato il risultato?

Bene, i più bravi ora possono passare al livello successivo e misurarsi con il pensiero laterale provando a trovare le tre possibili soluzioni a questo quesito, oppure misurandosi con il quiz del fiammifero con una e una sola mossa (ecco il test da perderci la testa). Se poi non avete affatto faticato, ecco un test d’intelligenza del 1950: voi oggi sapreste rispondere a tutti i dilemmi?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti