5, 5, 11, 3, 3, 4, 0 trend

I regali che portano sfiga: attenti a farli e a riceverli

Niente 'sfiga' sotto l'Albero? Ecco la lista dei regali da evitare per chi è superstizioso

Cosa regalo per Natale? Quante volte ci siamo posti questa domanda cercando di indovinare il dono giusto da piazzare sotto l’Albero di parenti e amici. A venirci in aiuto riducendo il campo delle possibilità può essere la scaramanzia, che ‘limita’ le scelte qualora si abbia a che fare con destinatari particolarmente superstiziosi.

Secondo la tradizione, infatti, alcuni doni dovrebbero assolutamente essere o evitati perché forieri di eventi sfortunati oppure, in altri casi, regalati con alcune particolari accortezze per evitare la mala sorte.

Per i superstiziosi, ad esempio, sono assolutamente da evitare doni consistenti in oggetti appuntiti: la casistica è varia e comprende chiaramente spille o aghi che, secondo la tradizione, in quanto capace di pungere è sinonimo di disgrazie e dolore.

Se proprio non si vuole fare a meno di regalare una bella spilla, lo si può fare ricevendo in cambio una moneta – anche di valore minimo – che trasformi simbolicamente il dono in uno scambio. In alternativa, si può pungere in modo delicato il destinatario, in modo che il possibile futuro dolore della spilla sia stato già sperimentato, ovviamente senza troppe conseguenze.

Quanto sottolineato per le spille vale pure per coltelli e forbici, che oltre al dolore possono portare anche ‘separazioni’, e fazzoletti, perché secondo la superstizione legati alle lacrime.

Sempre all’idea della ‘lacrime’ sarebbe legata anche la tradizione che invita a non regalare mai le perle, considerate appunto le ‘lacrime’ delle conchiglie e quindi simbolo e presagio di tristezza.

Come per le spille, coltelli e affini, bisogna comunque ricordare che se proprio vogliamo farne dono ma evitando gli effetti della malasorte, possiamo sempre ‘aggirarla’ regalandoli in cambio di un monetina.

Alla voce ‘regali da evitare’, con buona pace delle donne, ci sono poi le scarpe: secondo la tradizione sarebbero un’allegoria dell’allontanamento delle persone, nello specifico di chi le dona rispetto a chi le riceve.

Per finire, un grande classico: chi non ha mai regalato o pensato di regalare un bel portafoglio ad amici e parenti? Ecco, in questi casi, bisogna sempre donarlo con dentro del denaro, che sia una moneta o – meglio – una carta. Perché? Semplice, come augurio che non resti vuoto anche in futuro.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti